Car

Per gli appassionati del puro piacere di guida

BMW Pure Impulse edition, un modello speciale

by Andrea Pietro Renzo Nicoli

12 Maggio 2024

Capotte in tela e cambio manuale a sei marce. Potrebbe essere quasi un controsenso rispetto alle concorrenti, ma BMW Z4 M40i ci tiene al piacere di guida e questa soluzione piace molto ai puristi delle spider a due posti con la trazione posteriore. La Z4 è una sportiva di razza e il model year 2024 vede come massima espressione la M40i Pure Impulse edition. Motore sei cilindri in linea TwinPower Turbo da 340 cavalli, ruote da 19” all’anteriore e 20” al posteriore e un design esclusivo per esterno e interni.

Z linee sexy. Alle origini la piccola Z1 del 1987, poi l’elegante Z8 costruita a mano utilizzata da James Bond nel film “Il mondo non basta”. Venti anni fa debuttò la prima Z4 con il tetto in tela e poi la coupé. Quattro anni dopo arrivò la cabrio-coupé con il tetto rigido retrattile che si ritaglio anche un glorioso spazio nelle competizioni GT. Poi con la terza generazione del 2020 ritornò l’idea del soft-top che permette un risparmio del peso e rende ancora più affascinanti e sexy le forme di questa due posti, da sempre caratterizzata dal lungo cofano motore e l’abitacolo spostato verso l’asse posteriore di trazione.

Telaio senza compromessi. Agilità e precisione di guida tipiche delle sportive BMW. Lunga solo 4,32 metri, il peso a secco contenuto a 1.550 kg (per la M40i), il baricentro basso, la ripartizione dei pesi bilanciata 50:50 su i due assi, sono valori che esaltano la dinamicità della spider. L’equipaggiamento della Z4 M40i comprende alcune chicche come lo sterzo con una taratura sportiva, i freni M Sport, il differenziale autobloccante posteriore e le sospensioni adattive con ammortizzatori a controllo elettronico. Abbiamo già detto delle ruote con misure differenti, 19 e 20” tra anteriore e posteriore dove deve gestire la trazione in sicurezza.

Dettagli unici. Assieme ai noti colori della gamma Z4 la versione Pure Impulse edition per l’Europa precede una finitura Frozen Deep Green metallizzata (nelle foto). L’esclusivo badge del modello sui pannelli laterali anteriori e sulla parte posteriore del veicolo, nonché le calotte degli specchietti retrovisori esterni verniciate in Black high-gloss, i deflettori progettati per razionalizzare il flusso d’aria nell’area intorno ai passaruota posteriori e le pinze dei freni rosse M Sport. Il tettuccio morbido con apertura elettrica in 10” può essere attivato anche in movimento fino a 50 km/h. Due i colori del tessuto, il classico nero o il nuovo Antracite Silver.

Abitacolo tra sport ed eleganza. Nella spider BMW il classico cockpit da auto sportiva è orientato sul guidatore e i sedili sportivi specifici M Sport hanno i poggiatesta integrati. Gli interni delle versioni di punta aggiungono un volante in pelle, i pedali e un poggiapiedi M per aumentare il piacere di guida.Il rivestimento in pelle Vernasca Cognac con profili M neri è completato da strisce di rivestimento interno in nero lucido. Il riscaldamento dei sedili, il paravento, il portaoggetti esteso, il sistema di carico passante, il Park Distance Control con sensori anteriori e posteriori, lo specchietto retrovisore ad oscuramento automatico e il climatizzatore automatico bi-zona sono inclusi di serie in tutte le varianti del modello.

Erogazione fluida e muscolosa. L’accelerazione da 0 a 100 km/h della M40i avviene in 4”6, un decimo in più della versione con il cambio automatico, ma rimane sempre vivo il piacere di usare la classica leva come un tempo. Il raffinato sistema di doppia sovralimentazione permette di godere della generosa coppia motrice di 500 Nm, costante da 1.600 a 4.500 giri, mentre la potenza massima viene incrociata a 5.000 giri. La velocità è autolimitata a 250 km/h.

C’è anche il più economico due litri turbo. Per i meno esigenti esiste anche l’opzione del motore 4 cilindri due litri turbo in due versioni: da 197 cv (20i) con il cambio automatico Sensotronic a 8 rapporti che raggiunge pur sempre i 240 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 6”6 o da 258 cv (30i). La coppia di modelli a quattro cilindri offre di serie le caratteristiche esterne del pacchetto M Sport, in particolare le prese d’aria a tre sezioni nello spoiler anteriore, la sagoma delle minigonne laterali e la grembiolatura posteriore. I cerchi in lega M a doppie razze sono da 18” con una finitura bicolore. Anche la BMW Z4 sDrive30i è inoltre dotata di sospensioni M Sport, sterzo sportivo variabile e freni M Sport, tutti di serie. Il differenziale autobloccante può essere richiesto come optional.

Condividi su:

Email
Facebook
LinkedIn

Lifeemotions informa

Sponsored

La Ticinese

Conosciamo meglio Francesco Prestia, il General Manager della azienda edile La

Read More »