Yacht International: OceaNemo Series

by lifeemotions
Un sottomarino, due hovercraft, un aeroplano con le ali ripiegabili, un’automobile che può navigare, scivoli gonfiabili. Sono questi alcuni degli incredibili e originali water toys che MC Yacht International ha previsto di imbarcare a bordo dei suoi OceaNemo. L’azienda di La Spezia, ideatrice del progetto, ha infatti siglato specifici accordi di partnership con le principali aziende internazionali specializzate nel creare i più curiosi gadget marini per rendere Oceanemo ancora di più la prima e unica gamma di Sport Utility Yacht al mondo. Il progetto OceaNemo, il nuovo concept elaborato da MC Yacht International che ha voluto dare vita al primo Sport Utility Yacht al mondo. Il progetto, nato dalla col- laborazione fra Aldo Manna – CEO di MC Yacht – e il designer Fulvio De Simoni, dopo aver convinto il cantiere francese Ocea, che si occuperà della costruzione di tutti i modelli della gamma, vede ora l’adesione entusiasta di diversi nuovi partner, ideato- ri e produttori di gadget, amenities e toys che potranno essere imbarcati. Tra di essi la texana Funair e NautiBuoy dall’Inghilter- ra, entrambe produttrici di gadget acquati- ci gon abili: scivoli, trampolini e giochi la prima, piattaforme multifunzionali fatte a mano la seconda.
La collaborazione pluriennale con Ocea, cantiere leader in Francia per la costruzione di navi militari ed unità da diporto in alluminio, hanno spinto l’imprenditore Aldo Manna a svi- luppare ulteriormente la sua MC Yacht Srl, affermata società di brokeraggio e management, e creare MC Yacht International, azienda specializzata nella costruzione e vendita di maxi yacht. Da diverso tempo in contatto con uno dei migliori yacht-desi- gner del settore, Fulvio De Simoni, Aldo Manna ha visto come una scelta naturale il coinvolgimento dello stesso e di Ocea, rispettivamente come architetto e come costruttore navale per dare vita ad un nuovo concept il primo Sport Utility Yacht, che propone una serie di unità da diporto uniche nel suo genere: la gamma OceaNemo, da 32 a 65 metri
Uno dei punti di forza dei nuovi Sport Uti- lity Yacht nasce proprio dall’o erta di un intrattenimento alternativo e senza limiti: a disposizione dell’armatore quindi, una vasta gamma di toys fra cui scegliere per continuare ad esplorare il mare, una volta in rada o in porto. Così Quadrofoil, azien- da slovena, propone il suo innovativo wa- tercraft elettrico, silenzioso ed eco-frien- dly, mentre gli armatori che non vorranno limitarsi alla super ce del mare potranno provare l’emozione di un’immersione con il sottomarino di Seamagine, società cali- forniana specializzata nella progettazione e realizzazione di sottomarini e sommergi- bili per privati. I mezzi possono raggiunge- re una profondità fra i 150 e i 1500 metri; grazie alla tecnologia brevettata dall’azien- da, assicurano una perfetta stabilità in su- per cie così come eccellenti performance sott’acqua. Con l’hovercraft di The British Hovercraft Company, invece, l’esplorazione continua anche una volta fuori dal mare: Marlin II e Marlin III sono hovercraft da due e tre posti, utilizzabili non solo in acqua ma anche sulla terra ferma. A bordo dell’OceaNemo 44 tutti questi ga- dget possono essere alloggiati nel garage a tutto baglio al galleggiamento, concepito proprio per ospitare i water toys e tutte le dotazioni necessarie per i momenti di re- lax e divertimento, mentre sul raised-deck possono stazionare contemporaneamente uno Sport sherman da 19’ a 30’ e Day-Sai- lor da 30’a 33’, prodotti rispettivamente dal- le aziende Al Custom e Brenta. Non poteva poi mancare un mezzo per l’e- splorazione aerea: grazie a SeaMax Easy, il nuovo OceaNemo 44 sarà dotato anche di un innovativo aircraft, leggero e sportivo, le cui ali possono essere facilmente ripiegate in soli 10 minuti. In ne, dalla California, arriva la WaterCar, probabilmente uno dei mezzi an bi più divertenti in circolazione. Passa senza so- luzione di continuità dall’acqua alla terra- ferma, raggiungendo su entrambe velocità elevate: oltre 38 nodi in acqua e quasi 90 km/h su strada.

di Simo Brandino

Potrebbe interessarti anche...